Il volume raccoglie una serie di saggi dedicati ai maggiori narratori italiani dell’Otto e Novecento, Manzoni, Verga, D’Annunzio, Svevo, Pirandello, Gadda, e, attraverso l’analisi di alcune loro opere esemplari, mira a delineare il divenire delle forme della narrazione lungo due secoli. Perciò l’attenzione si concentra in primo luogo sulle tecniche del «discorso» narrativo, intese come chiavi indispensabili per penetrare nel sistema del testo (e alle analisi è premessa un’introduzione che fissa i presupposti teorici, sottoponendo a critica le nozioni correnti di «narratologia» e le conseguenti «analisi del racconto»). Ma poi l’indagine si estende a studiare le concrete tematiche, inserite nei loro contesti storici, di cui quei procedimenti sono il veicolo, attraverso vari strumenti, in modo da cogliere il piĆ¹ possibile della complessità plurivoca e polisemica del testo letterario.

Guido Baldi, Narratologia e critica. Teoria ed esperimenti di lettura da Manzoni a Gadda, Napoli, Liguori, 2003, 254 pp., ISBN 88-207-3492-3.

Guido Baldi, nato nel 1942, insegna letteratura italiana moderna e contemporanea all’Univeristà di Torino. È autore di volumi critici su Manzoni, Rovani, Verga, D’Annunzio, Svevo, Gadda, oltre a saggi vari sui medesimi autori, su altri scrittori del Novecento, sulla commedia cinquecentesca, sulla didattica della letteratura.

Published by The Edinburgh Journal of Gadda Studies (EJGS)

ISSN 1476-9859

© 2000-2024 by EJGS.
artwork © 2000-2024 by G. & F. Pedriali.

All EJGS hyperlinks are the responsibility of the Chair of the Board of Editors.

EJGS is a member of CELJ, The Council of Editors of Learned Journals. EJGS may not be printed, forwarded, or otherwise distributed for any reasons other than personal use.

Dynamically-generated word count for this file is 228 words, the equivalent of 1 page in print.