germinare


M 544 nelle di cui opere lente germinanti dal pensiero e dal tempo […] è polso di battiti fondi; 546 [AG 630] Ippòcrate, il quale, escogigate certe lùnule, sostenne (e sostengono ancora) equivaler elleno all’area del triangolo retto, di che germinarono; Ndl 292 Dei secoli sono germinate le torri; –•– AG 848 di cui era germinato il segno nel cielo, per un’ora; An 236 l’amore e la verità, germinati dallo stanco e pur desiderabile viso delle donne; CdU 164 e sono di quelli germinati profondi [versi]; MdS 911 Non ha bandito le verità germinate e maturate dal tempo; MM 642 Donde germinano in noi i concetti; 653 nella germinante selva, mormorante religiose preghiere; 654 noi pensiamo il diverso in quanto germina, cioè come cognazione infinita; 662 un po’ mia [idea] ma germinata da idee altrui; 749 esse [invenzioni] non germinarono in un attimo se non delineandosi da materiali precedentemente accumulati; 865 si troveranno certe erbacce mal germinate; 875 e come l’anima anche dell’uomo, che è germinata pura nel suo mattino; 881 dall’idea del molteplice non dissocio quella del suo germinare; 882 questo coesistere della materia con il germinante molteplice […] come se ella [molteplicità] fosse cristallizzata, fissa, anzi che germinante e nascente; 883 E penso invece la molteplicità come […] germinante come da una continua vibrazione dell’essere; 885 esso [il diverso] germina coattualmente […] allorché sia pensato come cognazione infinita; dove il differenziato germini dalla nostra propria coscienza; RaI 1116 le lunghe pause e i silenzî onde germina la difficile verità e la forza sicura; SD 831 germinate [anime] da una indelebile premessa ambientale; 847 Germinati in terra nordica; 920 I caratteri dei personaggi appaiono come germinati dai nessi elementari; 921 fantocci stentatamente germinati da uno schema; 989 terreno donde suol germinare lo spirito dell’indagine; 1052 da una trama siffatta ecco gèrmina, (col lento germinare e progredire che è del pensiero) […] il significato drammatico; VlC 326 l’amore e la verità, germinati dallo stanco e pur desiderabile viso delle donne; 410 Italianissimo […] nel rifarsi alle sue parole sole, di sé germinate.

«avere origine, sorgere, svilupparsi», ma anche in senso botanico «germogliare», cfr. TB, seguito da Fanf., Rig. e Bazz., mentre Petr. sup. e Novo Voc. sono solidali invece nel dare solo «lo schiudersi del seme» e «non com.». È v. di uso prevalentemente letter. e poet., cfr. Dante: Par. XXXIII 9: «così è germinato questo fiore»; Carducci, JU, A Neera, 40: «Sotto il purpureo giorno | Germina splende e olezza il suol beato. | Solinga ombra amorosa»; Pascoli, OI, A Umberto Cagni, 37: «O fulgidi eroi, | ci deste un impero; un impero | che armenti non pasce, che biade | non germina; sterile» (e v. anche s. v. «fulgido»); e D’Annunzio, EL, La notte di Caprera, XVI 20: «come di germinanti | membra e di vene perenni»; L’inconsapevole, I 10: «Dentro il mio cuore una maligna | specie di versi germina». In Gadda è t. prediletto (curiosamente assente nel campionario di es. di GDLI), anche nell’originario sost. (vd.) e nelle varie formaz. deverbali: «germinazione»: «origine» (An 243: «in un’allusiva di germinazione tecnologica»; GPS 8: «Essi sono la pensosa germinazione della terra alida»; MdF 55: «procurò saluberrime germinazioni»; MM 881: «dirò, e vi insisterò, di questa germinazione o attuazione»; RD 1010: «[vescovi e re] la di cui forza […] procurò saluberrime germinazioni»; SD 756: «in quelle dure e umili [ore] della sua vigorosa germinazione»; 758 «Il groviglio vitale delle germinazioni e delle volontà»; 1004: «La certezza della germinazione si dissolve»; UI 1135: «la millenaria collana delle innumeri germinazioni»; VM 583: «Della stirpe per entro le cui fonde latebre, ove si attuano misteriose germinazioni, anche il suo canto andrà permeando alla luce»); «germinale»: «che è a uno stadio di primitiva e indeterminata formazione», GDLI 2 (RaI 1120: «voce eterna, uscita […] dalle profondità germinali della nazione»; SD 863: «avvinti dal segno della univocità germinale») e «germinativo» (vd.).

Published by The Edinburgh Journal of Gadda Studies (EJGS)

ISSN 1476-9859

© 2003-2019 by Paola Italia & EJGS. First published in Glossario di Carlo Emilio Gadda «milanese». Da «La meccanica» a «L’Adalgisa» (Alessandria: Edizioni dell’Orso, 1998).
artwork © 2003-2019 by G. & F. Pedriali.

All EJGS hyperlinks are the responsibility of the Chair of the Board of Editors.

EJGS may not be printed, forwarded, or otherwise distributed for any reasons other than personal use. EJGS is a member of CELJ, The Council of Editors of Learned Journals.

Dynamically-generated word count for this file is 785 words, the equivalent of 3 pages in print.