limonata

Cdv 349 Le limonate di Villa Delada, per Claudio, furono un perduto paradiso.

«spremuta di limone» (come anche in Cdv 347, A 537 e 538), ma anche «flirt, breve relazione amorosa», come dalla n. gaddiana a Cdv 349: «Intendi: limonate eventuali, limonate probabili: presagite nell’anima. È limonata mistura del succo d’uno o più limoni spremuti, con acqua diaccia e zuccaro, da cavarti l’arsura. Vedi altresì più avanti, al racconto n. 10, le limonate dell’Adalgisa, “dette oggi spremute di limone”. Guai a te daddovero, dioneguardi, parlar limonate oggi (1943) con signora in salotto! perocché il vieta l’eleganza del giorno. E aggiungi che in accezione gergale e volgaruccia milanese e lombarda limonata è flirt, limonare è flirtare, detto de’ duo sessi. Altrove (Bologna) limonare è invece batter la fiacca» (Cdv/n352, n. 1) L’accez. mil. spiega il passo di A 538-39: «Potete ben capire che cos’era, da lei, una limonata… dico una vera e propria “spremuta di limone”!».

Published by The Edinburgh Journal of Gadda Studies (EJGS)

ISSN 1476-9859

© 2003-2022 by Paola Italia & EJGS. First published in Glossario di Carlo Emilio Gadda «milanese». Da «La meccanica» a «L’Adalgisa» (Alessandria: Edizioni dell’Orso, 1998). Artwork © 2003-2022 by G. & F. Pedriali.

All EJGS hyperlinks are the responsibility of the Chair of the Board of Editors.

EJGS may not be printed, forwarded, or otherwise distributed for any reasons other than personal use. EJGS is a member of CELJ, The Council of Editors of Learned Journals.

Dynamically-generated word count for this file is 262 words, the equivalent of 1 page in print.